0Item(s)
0 Items View Cart

You have no items in your shopping cart.

Product was successfully added to your shopping cart.

Idroponica

La maggior parte dei coltivatori dicono che il sistema idroponico offre una crescita delle piante molto più veloce di quella in terreno utilizzando la stessa genetica e condizioni ambientali. Questo può essere dovuto all'attenzione e al controllo continuo dei nutrienti e al maggior ossigeno. Le piante possono essere fatte crescere facilmente e impiegano meno tempo per crescere. Alcuni dicono che addirittura iniziando due settimane dopo il raccolto idroponico cresce più velocemente di quello classico in terreno.

La crescita veloce permette una maturazione precoce e tempi brevi per raggiungere il raccolto. Grazie al terreno normalmente preparato le piante tendono ad avere un processo più lento specialmente quando incontrano limiti per le radici. La coltura idroponica offre invece crescita rapida senza pause per i trapianti che shockano sempre la pianta e non necessiterete più di utilizzare la lana di roccia. (Altamente raccomandato!).

Sicuramente il sistema idroponico più semplice da utilizzare è anche quello con meno difficoltà, stiamo parlando del metodo Passive Hydroponic, che non necessita di sistema di distribuzione acqua (pompa, drenaggio, contatore del livello). Le basi di questi sistemi è che l'acqua si propagherà dove vorrete se utilizzerete gli strumenti corretti.

Questo sistema è più complesso del sistema con riserva, visto che i diffusori devono essere piazzati nei posti corretti per arrivare in ogni luogo e uno spessore deve essere creato per piazzare le piante sopra la riserva di acqua sottostante. Questo può essere semplice se si utilizzando duo contenitori uno dentro l'altro o dei mattoni per sostenere uno dei contenitori e rialzarlo e nel quale mettere le piante sollevandole dalla soluzione di nutrienti.

Ho trovato il sistema con diffusori troppo elaborato rispetto al sistema con riserva. Il setup iniziale è difficoltoso per mettere i diffusori al posto giusto e le piante sono situate in alto nello spazio al loro destinato. La base sulla quale le piante sono installate può non essere molto stabile se comparata con l'altro sistema ed una pianta schiacciata non sarà mai come una pianta che non sia mai stata toccata dato lo stress e i tempi di recupero.

Il sistema con riserva necessita solo del giusto spazio per essere attuato e i posti adatti per piazzare le piante. Se utilizzerete la lana di roccia, mezzo cubo di 12" di lana di roccia dovrebbe bastare ed è perfetto per una lettiera per gatti. Le radici usciranno in modo orizzontale come necessiterete e avranno molto spazio per crescere. Le piante che crescono in questo modo saranno molto robuste visto che potranno assumere molto ossigeno attraverso le radici. Le piante che crescono con il sistema idroponico con bacino hanno gli stessi risultati delle piante che crescono con altri sistemi idroponici ma con meno sforzo, visto che è certamente il più semplice da utilizzare tra i metodi idroponici. Le piante saranno nutrite attraverso la soluzione che dovrà essere integrata ogni tot di giorni. Lo spazio del recipiente è molto ridotto in verticale ed è semplice da gestire e spostare.

In un metodo idroponico tradizionale, i vasi sono riempiti di un mix di lava/vermiculite in proporzione 4 a 1. E' aggiunto inoltre un cucchiaino di Dolite Lime per ogni gallone di soluzione. Questa soluzione sarà distribuita e immagazzinata attraverso l'ottimo drenaggio e la capacità di immagazzinare aria sarà ottimale. Comunque resta il fatto che una volta dopo il raccolto il sistema è molto difficile da pulire e sterilizzare. Usate piccole dimensioni di Lava 3/8" e toglietene la sabbia in continuazione fino a quando la maggior parte sarà eliminata. Bagnate la vermiculite (pericolosa se secca, indossate una maschera) e mischiate il composto nei vasi. Vasi quadrati contengono più composto di quelli rotondi. La vermiculite si metterà sul fondo dopo che avrete ripetuto irrigazioni dall'alto, quindi acqua dall'alto solo occasionalmente per evitare il deposito di tutti i minerali sul fondo e mettete più vermiculite in cime che in fondo dei vasi ora potete aggiungere acqua al recipiente. Sarà così distribuita alle radici e le piante avranno tutto quello di cui necessitano per fiorire.

La riserva è riempita con 1 ½ - 3 " di acqua e può diminuire tra i recipienti. Quando possibile, usare meno soluzione e più acqua per togliere meno ossigeno alle radici. Se andate in vacanza, riempite semplicemente la riserva fino alla cima e le piante avranno acqua per circa 2 settimane. Un ottima soluzione per la coltura idroponica è la Oasis Floral Foam. Fate molti buchi nella confezione ed apritela un po' e iniziate i cloni delle piante in essa, muovete un cubo di argilla espansa all'interno di lana di roccia negli stadi di crescita posteriori.

Molti preferiscono Floral Foam come inserimento per questioni di PH. E' costosa e tende a sgretolarsi facilmente. Non sono inoltre sicuro che sia adatta, ma sembra essere popolare nei centri di giardinaggio indoor.

La coltivazione può essere più semplice con i metodi idroponici adeguati e questo richiede un minimo di organizzazione soprattutto con la lana di roccia. I cubi di lana di roccia possono essere riutilizzati più volte e sono fatti apposta per le colture idroponiche. Alcuni vantaggi della lana di roccia sono per esempio che è impossibile mettere troppa acqua e non è possibile fare trapianti. Mettete semplicemente il vostro cubo all'interno di un cubo più grande e il gioco è fatto.

Alcuni trovano che per risparmiare denaro non comprando lana di roccia e perdendo tempo piantando nel terreno o in terreni idroponici come mix di vermiculite/lava. Pearlite è buona visto che è così leggera. La Pearlite può essere utilizzata al posto invece della Lava o con la stessa che deve però essere sciacquata ed è più pesante.

La lana di roccia ha molti vantaggi che non sono apprezzati fino a quando non passere ore a ripiantare, pensateci. Non è molto costosa ed è ragionevole. E' più stabile dell'argilla espansa che si sgretola e diventa polvere facilmente. La lana di roccia tiene 10 volte più acqua del terriccio ed è impossibile da allagare, visto che è sempre piena di aria. La cosa migliore è che non dovrete ripiantare, ma basterà mettere il cubo iniziale all'interno di un altro cubo più grande e quando la pianta diventerà molto grande mettere il cubo in un intero pezzo di lana di roccia. La semplicità della lana di roccia risiede anche nel fatto che possa essere riutilizzata molte volte, il costo va diviso quindi su 3 o 4 raccolti e finisce col costare non più di vermiculite e lava che sono più difficili da utilizzare, sterilizzare e riusare (ripiantare) comparati appunto alla lana di roccia. La Vermiculite è inoltre molto pericolosa quando asciutta e finisce sempre nei vostri tappeti e di conseguenza nell'aia che respirate quando la toccate (anche bagnata), quando la toccate infatti si asciuga al contatto con le dita e si disperde nell'aria. Per questa ragione non raccomando la Vermiculite indoor.

Gli svantaggi della lana id roccia sono relativamente pochi. Il PH è alcalino, quindi dovrete utilizzare qualche nutriente acido (5.5) nel mezzo in modo da portare la lana di roccia da 7.7 a 6.5 (l'aceto funziona ottimamente). La lana id roccia inoltre è irritante per la pelle quando asciutta, ma non è un problema da bagnata.

Per pre-trattare la lana di roccia per la coltivazione, mettetela in una soluzione di emulsione di pesce, tracce si minerali e acido fosforico (abbassandone il PH) per 24 ore, poi risciacquate. Questo abbasserà le difficoltà inerenti al PH dopo e porterà il PH dalla lana di roccia verso la neutralità.

Le colture idroponiche devono essere utilizzate indoor o in greenhouse per velocizzare la crescita delle piante per avere più cime in minor tempo. L'idroponica permette a voi di irrigare le piante ogni giorno e questo velocizzerà la crescita. La più grande differenza tra idroponico e culture in terreno è che il mezzo nel quale son fatte crescere le piante idroponiche è fatto da una mistura ricca che drena perfettamente ed è impossibile che si allaghino come nel caso di eccessivo innaffiamento. Oltre a questo la coltura idroponica non necessita di nutrimenti del suolo, ma i nutrienti vengono dati attraverso la soluzione acquosa somministrata.

L'idroponica riduce i pensieri inerenti ai minerali presenti nel terreno e mancanza di ossigeno alle radici che possono soffocare, quindi questo è dimenticato con la coltura idroponica.

La idroponica vi consente di utilizzare contenitori piccoli esatti per le dimensioni delle piante soprattutto se comparati con quelli utilizzati normalmente per le colture in terriccio. Un vaso da ¾ di gallone può portare una pianta idroponica alla maturazione. Questo sarebbe difficile con il classico terriccio visto che spesso i nutrienti sono carenti e l'ossigeno non è sufficiente per le radici e quindi esse vanno alla ricerca all'interno del terreno.

Questo problema non sembra occorrere per lo colture idroponiche che crescono velocemente, visto che le radici sono sempre piene di nutrienti ed ossigeno vista la continua soluzione che somministrerete e grazie a questo le radici si svilupperanno anche in contenitori di dimensioni ridotte.

I nutrimenti per le piante sono somministrati attraverso irrigazione e questo permette ai coltivatori il controllo totale dei nutrimenti che ci sono e che le piante necessitano nelle differenti fasi della crescita. La distribuzione di acqua può essere automatizzata con facili sistemi, quindi pensateci quando create il vostro sistema idroponico.

L'idroponica vi farà risparmiar tempo e quindi necessiterete di meno tempo per il vostro raccolto dalla semina. Ha quindi senso utilizzare tecniche passive idroponiche quando possibile.

Il sistema idroponico non è necessario se pianterete le vostre piante all'esterno, almeno che non abbiate una greenhouse.

ATENZIONE: è sempre necessario tenere sotto controllo le piante per essere sicuri che non si secchino durante la coltivazione idroponica anche se è difficile e tenete sotto controllo che le radici non siano danneggiate. Se non siete in grado di tenere sotto controllo il giardino giornalmente, siate sempre sicuri che i contenitori abbiano l'acqua necessaria fino al vostro ritorno o potrete perdere il vostro raccolto facilmente.

Metodi idroponici più tradizionali (attivi) non sono trattati qui. Non vedo la necessità di rendere la cosa ancora più difficile di quello che debba essere. E' necessario cambiare la soluzione ogni mese se la farete circolare con una pompa, ma il sistema con riserva non ha questo problema. Risciacquate semplicemente la soluzione una volta al mese per prevenire la formazione di sali potete innaffiare dall'alto i vasi o dei cubi di lana di roccia con acqua pura. Cambiate il nutrimento delle piante spesso per evitare deficienze alimentari nelle piante. Raccomando di utilizzare 2 tipi differenti di nutrimento per le piante per ogni fase della crescita o 4 nutrimenti totali per evitare ogni tipo di deficienza.

Cambiare la soluzione più spesso se notate che il PH sta scendendo rapidamente (troppo acido). Dovuto a scambio cationico, la soluzione tenderà a diventare troppo acida nel tempo e questo non permetterà alle piante di ricevere il giusto nutrimento. Controllare il PH della soluzione ogni volta che date acqua per essere sicuri che non ci siano problematiche a livello di PH.

Alghe potrebbero tentare di crescere nel mezzo scelto se ci sarà troppa umidità. Farà diventare un cubo di lana di roccia da grigio a verde scuro. Per prevenire questo, usate una pellicola di plastica per coprire la lana di roccia sulla cime con dei buchi che permettano alla pianta di uscirne. E' semplice tagliare un pezzo di lana di roccia in due parti, non dovrete poi che tagliare un pezzo di plastica per ogni pezzo di roccia. Così avrete due pezzi di lana di roccia ricoperti di plastica eccetto nella parte finale. Ora create dei buchi quadrati di 2 o 3" sulla cima per piazzare dei cubetti e ponete ogni pezzo in una lettiera pulita. Ora siete pronti per trattare la lana di roccia come descritto sopra in anticipazione della coltivazione.

Se scegliete la coltivazione in vasi, uno strato di sabbia in cime potrà ridurre la possibilità della creazione di alghe, visto che asciuga in modo molto rapido. Le alghe normalmente non sono un grande problema per le vostra piante.